Warning: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable in /home/shingrap/public_html/wp-content/plugins/fresh-custom-code/bootstrap/pluginClass.php on line 65
Profilo Colore, a cosa serve? - ShinGraphic - Master Color
Warning: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable in /home/shingrap/public_html/wp-content/plugins/fresh-custom-code/bootstrap/pluginClass.php on line 116

Ma i profili colore a che servono?

Chiacchierando con un paio di persone durante i corsi la domanda che sorge è…

Cos’è un profilo colore?

IccDiciamo subito a cosa serve il profilo colore. Il Profilo colore serve a precisare ed imporre come il colore deve essere stampato, diciamo che impone le coordinate nello spazio colore. Se non si usa il profilo colore, questa precisazione non c’è ed il colore verrà stampato “a caso”. Spieghiamoci ancora meglio, diciamo che il profilo colore è esattamente una carta di identità, e dentro ci sono tutti i suoi dati che servono per stampare bene un file.

 

Carta Identità

Nome: il nome del Plotter
Cognome: gli inchiostri che usa
Cittadinanza: la configurazione inchiostri che usa
(perché una quadricromia, stamperà in modo diverso rispetto ad una quadricromia estesa, o ad una esacromia)
Residenza: il luogo dove stampi
(perché differenti luoghi nel mondo hanno diversità di temperature e umidità medie durante l’anno e anche questo influisce sulla stampa, e questo significa fare il profilo colore sulla tua macchina nel tuo posto di lavoro.)
Stato civile: il materiale con cui si è coniugato
(perché come dicevamo per ogni materiale deve esserci un profilo ad Hoc)


Tavola controllo profilo coloreÈ possibile fare a meno del profilo colore? Fregarsene allegramente? Fare finta che il profilo sia inutile?
Certo che è possibile, ma in tal caso dobbiamo aspettarci che il colore in stampa non sia sempre fedele a quanto ci aspettiamo. E non potete aspettarvi di avere a monitor lo stesso colore che vorreste avere in stampa, perché non c’è una reale corrispondenza, e alla fine i colori, di immagini come questa a fianco potrebbero non venire come li avevamo immaginati.

Perché succede?

In realtà dipende da molti fattori diversi, primi su tutti: la tecnologia di stampa, i colori usati, ed infine, il supporto su cui andiamo a stampare. È abbastanza facile capire che questi fattori influenzano molto la resa finale e come il colore verrà percepito.

Quindi se diamo allo stampatore un file CMYK senza nessun’altra informazione (cioè senza un profilo colore) il risultato sarà imprevedibile, e sarà diverso (magari non di molto), per ogni singola combinazione macchina + inchiostri + carta sul quale verrà stampata.

Una frase che mi è capitato di sentire da alcuni clienti è “questo è un file CMYK, l’ha fatto mio nipote che è un fenomeno col computer,

Press color management - print production - Gestione colore e produzione stampa

Gestione colore e qualità stampa

stampalo così com’è”. Sicuramente è capitato anche a te che stai leggendo. E ti posso assicurare che questa è una frase senza senso, se non c’è un profilo colore associato al file (E SAPPI CHE QUESTA È UNA COSA KARMICAMENTE SBAGLIATA), non avremo nessun controllo sulla resa in stampa di quel file.

A questo punto, far entrare in gioco il profilo colore, è la cosa migliore.

Hai già dimenticato cosa è il profilo colore? Riguarda:

  1. la macchina da stampa
  2. caricata con un certo set di inchiostri
  3. un dato materiale (cast, monomerico, blueback…).

In pratica come abbiamo già detto prima è la carta di identità della macchina + inchiostri + supporto.

Vuoi fare un test della tua macchina? Scarica questa immagine e prova a vedere se i colori ti soddisfano

P1050289Questo vuol dire innanzitutto che il profilo colore andrebbe creato dallo stampatore per ognuna delle sue macchine, e per ogni materiale. In un prossimo articolo spiegherò come si fa un profilo colore e di quale attrezzatura bisogna munirsi…
Ti dico una parola che dovrai tenere a mente. SPETTROFOTOMETRO

Se questo articolo ti è piaciuto, condividi il sapere con tutte le persone che ritieni meritevoli, trovi i link qui sotto.

Hai bisogno di assistenza nella tua azienda? Nessun problema, contattaci dalla chat che vedi in basso a destra verrai ricontattato in tempi brevi 


2 Commenti

Matteo

Posted at 10:55, 24 Gennaio

È un bene che si parli di più di profili colore ma ricorda che ne esistono sostanzialmente di tre tipi: profilo colore sorgente, profilo colore documento e profilo colore destinazione. Sono tre cose decisamente diverse.

Shin

Posted at 0:00, 25 Gennaio

Ciao Matteo, ti ringrazio per l'accenno arguto e necessario. Io in questo articolo parlavo principalmente di un profilo colore associato ad una stampante per un materiale. Quello a cui accenni tu invece entriamo più in un discorso di Gestione Colore. Nei prossimi giorni colgo l'occasione del tuo commento per spiegare un po' anche questo. Grazie infinite per la dritta

Lascia un commento

Corsi di formazione professionale che permettono una formazione altamente specializzata sui più diffusi software di creazione grafica e pubblicitaria.
In questi corsi si forniscono anche accenni alla composizione e alla comunicazione, senza dimenticare i principi base per ottenere delle buone stampe.

corsi illustrator base

Corso base-intermedio di Adobe Illustrator

il corso per partire alla grande con il software vettoriale di casa Adobe

Il corso base-intermedio di Adobe Illustrator verte sull’utilizzo di tutti gli strumenti vettoriali offerti dal software, incluse le nuove funzioni per la modifica del colore, i nuovi tools per disegnare, la nuova gestione dei tracciati e degli oggetti raggruppati e la nuova funzione per creare tavole da disegno multiple all’interno di un unico documento.
Tutti questi strumenti, consentono all’utente di lavorare al top della qualità. A completare il corso, importanti nozioni, relative a colore, risoluzione, e differenze tra grafica raster e vettoriale.

Qui si impara a fare le cose da grandi.

corsi illustrator avanzato

Corso avanzato di Adobe Illustrator

il corso avanzato per scoprire i segreti del software vettoriale di casa Adobe

Il corso avanzato di Adobe Illustrator verte sull’utilizzo di tutti gli strumenti avanzati offerti dal software, incluse le trame sfumate per il colore, i nuovi tools per disegnare, la nuova gestione del flusso lavorativo partendo dal pannello aspetto. Tutti questi strumenti, consentono all’utente di lavorare al top della qualità.
Il tutto è finalizzato a massimizzare le capacità e ridurre i tempi di esecuzione dei vostri lavori.

Questo è come l’ingresso di Hogwarts, qui si imparano le formule magiche.

corsi photoshop base

Corso base-intermedio di Adobe Photoshop

il corso per muovere i primi passi nel fotoritocco targato Adobe

Il corso base di Adobe Photoshop si prefissa di dare le giuste basi, a chiunque voglia imparare a conoscere il software di elaborazione delle immagini digitali per eccellenza.
Un corso teorico e pratico, per muovere i primi passi nella giusta direzione. Dedicato a chi vuole approfondire le sue conoscenze ed a chi non vuole improvvisarsi.

Qui si parte con il piede giusto.

Corsi photoshop avanzato

Corso avanzato di Adobe Photoshop

il corso per gestire da professionista il software fotografico di casa Adobe

Il corso avanzato di Adobe Photoshop si traduce in massima qualità e velocità mantenendo i file leggerissimi e gli interventi non distruttivi. Significa che potrai sempre tornare indietro e correggere in modo diverso la tua foto, senza buttare tutto e ricominciare da capo.
Il tutto è finalizzato a massimizzare le capacità e ridurre i tempi di esecuzione dei vostri lavori.

Qui scoprirai che la bacchetta magica la puoi usare solo se ti chiami Harry.